Come si gioca a pallavolo? Beh vi sarà capitato sicuramente, almeno una volta nella vostra vita, di trovarvi in compagnia di amici o parenti, a Pasquetta o al pic-nic domenicale e di sentir lanciare la proposta “Dai ragazzi, la facciamo una partita a pallavolo?”. Non serve mai molto per divertirsi e giocare insieme una spassionata partita di pallavolo: una corda tra due alberi che funge da rete, quattro piatti per delimitare i 4 angoli del campo ed un pallone non troppo pesante. Et voilà, il gioco è fatto! 😃

Semplice direte voi, ma vediamo ora come si gioca a pallavolo in un campo vero ed in un contesto più “professionale”.

Come imparare a giocare a pallavolo

Per poter imparare a giocare a pallavolo (o volley, che è poi la stessa cosa!) bisogna innanzitutto sapere in che cosa consiste questo sport e quali sono le sue regole fondamentali.

Partiamo con l’analizzare il campo da gioco, requisito fondamentale: il prato o il cortile di casa vanno bene per divertirsi, ma se volete imparare a giocare a pallavolo bisogna che facciate pratica su di un vero campo!

Il campo da gioco misura 18 metri di lunghezza per 9 di larghezza ed è diviso a metà da una rete, la cui altezza varia a seconda delle categorie dei giovani e per gli adulti varia tra donne e uomini (abbiamo preparato per voi un approfondimento in questo articolo su Quanto è alta la rete di Pallavolo)

Le squadre in campo sono composte ognuna da 6 giocatori/giocatrici e anche se può sembrare banale, è giusto ricordare che lo scopo del gioco è quello di far arrivare la palla al di là della rete cercando di farla cadere a terra ed ottenere così un punto.

Per contro, la squadra che riceve la palla dovrà colpirla prima che cada a terra e rimandarla nuovamente oltre la rete, cercando a sua volta di farle toccare terra e guadagnare così il punto (sembra complicato ma è più facile da giocare che da spiegare 😉) Oltre ai presenti in campo, non dimentichiamo le riserve in panchina che per regolamento possono essere al massimo 6.

Il gioco è diviso in “set” che sono sempre in numero dispari: la squadra che vince il maggior numero di set si aggiudica la partita nel complesso (👉🏼 scopri di più nel nostro articolo Quanti set ci sono nella pallavolo)

Ruoli nella pallavolo

Per sapere come imparare a giocare a pallavolo, dovrete anche conoscere quali ruoli di gioco possono essere più o meno adatti per voi: andiamo quindi ad analizzare la formazione tipo e quali sono le varie posizioni di gioco (per semplicità parleremo al maschile ma il nostro pensiero va sempre alle fantastiche ragazze del volley!)

⬆️ Alzatore: è colui che detta le regole del gioco da adottare a seconda della situazione, del movimento degli avversari o in base al punteggio. È sempre presente in ogni azione ed il suo è un ruolo che richiede molta attenzione, lucidità e rendimento costante

🔄 Centrale: ad ogni attacco deve essere pronto a contrapporsi ai tiri degli avversari facendo muro, solitamente è uno dei più alti della squadra. Nelle azioni offensive spesso si alterna con lo schiacciatore

🚀 Schiacciatore: è l’attaccante per eccellenza, dotato di grande elevazione. Il suo compito è quello di portare punti alla squadra, sfondano o scavalcando il muro avversario. Vista la sua potenza fisica, si presta molto bene anche in difesa, aiutando il centrale a fare muro

👈🏼 Opposto: è il giocatore che si trova dalla parte opposta (di qui il nome, neanche a dirlo!) dell’alzatore, il suo ruolo è quello di attaccante aggiunto ed è in grado di attaccare da qualsiasi parte del campo

🎽 Libero: la prima caratteristica che distingue questo da tutti gli altri giocatori è la maglia di colore diverso da tutti gli altri. Il perché si spiega facilmente: il libero è un difensore che per le sue doti tecniche e talvolta acrobatiche, recupera palle anche impossibili e per questo deve essere sempre ben visibile e distinguibile dai compagni di squadra. Gioca solitamente dietro la seconda linea, non può andare a muro e non può servire

Come giocare bene a pallavolo

Adesso avete le idee un po’ più chiare su come si gioca a pallavolo? Noi crediamo di sì, ma sicuramente oltre a sapere quale potrebbe essere il vostro ruolo, quali le regole basilari e quali le modalità di gioco, bisognerà che vi rivolgiate a qualche Società o Associazione Sportiva vicino casa, per entrare in sintonia con quello che è questo mondo e capire intanto se può essere lo sport più adatto a voi.

Se volete sapere infatti come giocare bene a pallavolo per davvero, la risposta è sempre una sola (come in tutti i campi dello sport, del lavoro e della vita 😉): pratica, pratica ed ancora pratica! Questo è il passo più impegnativo, fatto di fatica e sacrificio ma anche da crescita sportiva e soddisfazione, sempre accompagnati dagli allenatori che vi insegneranno come si gioca a pallavolo, ad avere rispetto delle compagne, delle avversarie e dello sport!

Assituls per la pallavolo

ASSITULS fornisce consulenza ed assistenza a 360° a tutti gli sportivi in tutti gli aspetti della loro carriera sportiva, con un occhio di riguardo per i giovanissimi, i dilettanti e gli sport femminili. Per qualsiasi dubbio o informazione riguardante l’attività sportiva vostra o dei vostri figli, non esitate a contattarci: i nostri esperti saranno felici di rispondere alle Vostre domande. E non dimenticate che per i soci Assituls tutte le consulenze sono SEMPRE GRATUITE!